E’ tutta in questa affermazione l’essenza della nuova formula 1, si perché avendo solo 3 motori per tutto l’anno i piloti sono costretti ad usare la potenza delle loro auto con il bilancino.

I geni che stanno dietro queste regole evidentemente non hanno mai sentito il brivido scorrere lungo la loro pelle, come quando assisti ad un sorpasso all’ultima curva dell ultimo giro.

I dirigenti di LibertyMedia secondo voi ne sanno qualcosa?   Secondo me niente!

Loro, da bambini non hanno visto le immagini di piloti che sorpassavano come se non ci fosse un domani, noi di esempi cosi ne ricorderanno tanti.

Sono proprio questi ricordi che creano un appassionato di Formula1, infondo è uno sport che la stragrande maggioranza non praticherà mai.

Solo pochi eletti (ameno che non sei tanto ricco da comprarti il “sedile” ) potranno far parte dell’élite del motorismo.

Allora mi chiedo cari geni, perchè alzare cosi tanto l’asticella dei diritti Tv? Incasserete di sicuro più soldi oggi ma state tranquilli che ne perderete molti domani, se no permettete alla maggioranza di poter guardare una gara.

Se non permettere ai bambini di avere negli occhi le immagini di eroi mascherati che domano draghi sputafuoco e combattono fino all’ultimo sangue, questo sport lo relegherete alla stregua del golf e del polo.

Pensate che Vettel, Alonso e Hamilton si siano appassionati a questo sport perché le vetture arrivavano tutte al traguardo in fila indiana?

La loro, coma la nostra passione, nasce sia dall’emozione avuta nel vedere la propria squadra ed il proprio pilota vincere all’ultimo respiro,  sia dalle lacrime versate per essere stati sconfitti.

La velocità, la potenza ed il coraggio sono elementi essenziali della Formua1, nessuno si innamora della perfezione perché è noiosa.

Guardare un pilota rimonta posizioni su posizioni è come vedere il volto stravolto di un ciclista che affronta il Mortirolo, in quella sofferenza ci sono le sofferenze delle nostre vite ed in quel  lottare c’è il sogno di felicità che ci fa andare avanti.

Quindi #Jean Todt , #RossBrawn e #LibertyMedia svegliatevi e liberate i piloti da queste assurdità affiche non si possa più sentire : “Nel finale ho dovuto preservare il motore: non potevo continuare a spingere”.